Nella chiesa di San Domenico la sede della Santa Inquisizione di Torino

IMG_2946

Anche Torino ebbe la propria sede del tribunale della Santa Inquisizione un termine che richiama sempre emozioni negative se pensiamo all’orrore delle inutili torture perpetrate, in tutta Europa, nel nome della “Fede” con ogni sorta di abominio e nefandezza.

Il tribunale dell’Inquisizione, come istituzione, fu creato con bolla papale nel XIII secolo.

A Torino la sede dell’Inquisizione, voluta dai frati domenicani, era ubicata nella chiesa di San Domenico, che si trova nell’omonima via angolo via Milano…

La chiesa, in stile gotico, è originaria del XIV secolo e fu rimaneggiata  nel XVI secolo.

Nella chiesa di San Domenico si trova la tomba di un inquisitore, Pietro Cambiasi di Ruffia.

Il Ruffia fu uno dei primi inquisitori in Piemonte. Nel 1365 si trovava a Susa, nel chiostro di San Francesco, quando fu aggredito da un sicario che lo uccise. Secondo alcune versioni gli assalitori furono due, secondo altre ancora tre.

Circa vent’anni dopo il delitto, una incisione raffigurò il Ruffia, sotto il portico del chiostro, circondato da tre assalitori con le sembianze di demoni.

Tornando ai tribunali della Inquisizione, tra i loro compiti c’era anche quello di preservare la condotta morale dei cittadini. A Torino, i cittadini che imprecavano contro San Giovanni, dovevano pagare 50 scudi di multa.

Il malaugurato torinese che fosse invece stato colto nell’atto di bestemmiare poteva essere punito con la perforazione della lingua.

Rispondi Annulla risposta